Mese: gennaio 2018

Adeguamento art.6 del regolamento d’Istituto per uscita autonoma alunni scuola media

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto fiscale, legge n. 172/2017, collegato alla legge di Bilancio. L’articolo 19-bis della legge riguarda l’uscita autonoma da scuola dei minori, facendo riferimento al  grado di autonomia dello studente e lo specifico contesto. I genitori della nostra scuola secondaria possono autorizzare la scuola a consentire l’uscita autonoma del figlio al termine delle lezioni tramite l’autorizzazione che è stata consegnata ai ragazzi da riconsegnare entro il 18/01/2018

L’art. 6, relativamente alla secondaria di primo grado,  del  regolamento d’Istituto (http://www.icbagnoloinpiano.gov.it/sites/default/files/page/2018/Regolamento%20d%27Istituto%20agg%202018.pdf ) è stato aggiornato con quanto previsto dalla nuova legge:

Estratto art. 6
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
In applicazione dell’articolo 19 bis del D.L. 16 ottobre 2017, n. 148 convertito con modificazioni dalla L.4 dicembre 2017, n. 172 si stabilisce
quanto segue:
– I genitori esercenti la responsabilità genitoriale, i tutori e i soggetti affidatari ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184, dei minori di 14 anni , in considerazione dell’età di questi ultimi , del loro grado di autonomia e dello specifico contesto, nell’ ambito di un processo volto alla loro auto-responsabilizzazione, possono autorizzare l’Istituto a consentire l’uscita autonoma dei minori di 14 anni dai locali scolastici al termine dell’orario delle lezioni e delle attività didattiche curricolari ed extra curricolari, ma non l’uscita anticipata del singolo studente o il rientro a casa al termine di un viaggio di istruzione. L’autorizzazione esonera il personale scolastico della responsabilità connessa all’ adempimento dell’obbligo di vigilanza.
– L’autorizzazione ad usufruire in modo autonomo del servizio di trasporto pubblico, rilasciato dai genitori esercenti la responsabilità genitoriale, dai tutori e dai soggetti affidatari dei minori di 14 anni agli enti locali gestori del servizio, esonera dalla responsabilità connessa all’ adempimento dell’obbligo di vigilanza nella salita e discesa dal mezzo e nel tempo di sosta alla fermata utilizzata, anche
al ritorno dalle attività scolastiche.
–  Gli alunni che partecipano ad eventuali lezioni pomeridiane di approfondimento e recupero verranno accolti all’ interno dell’edificio solo all’ ora dell’inizio delle lezioni.

E’ chiaro che, se i genitori non autorizzano la scuola, permangono gli obblighi di vigilanza e il minore al suono della campanella va affidato al genitore o a persona dallo stesso delegata.